giovedý 23 marzo 2017

Sedute del 23-10 e 06-11-2006

Risoluzione no. 680
Si decide di autorizzare la riparazione del tetto in piode del rustico al mappale 575 RFD, sez. Broglio (Rima) come da notifica di costruzione presentata il 16 ottobre 2006 dall'impresa costruzioni Lavedil SA, istante Emilio Donati.

Risoluzione no. 681
Si decide di concedere l'autorizzazione per il risanamento del rifugio al mappale 975 RFD, sez. Fusio (Mognola), come da notifica del 4 settembre 2006 del sig. Romano Vedova, Peccia.
Il Municipale Romano Vedova non ha partecipato alla discussione ed alla votazione.

Risoluzione no. 682
Su istanza del Comandante, sig. Marco Giulieri, il Municipio nomina a pompiere il sig. Michele Richina, Prato-Sornico.

Risoluzione no. 694
Si decide di rilasciare la licenza edilizia comunale ai signori Michele Mignami e Cristiana Vedova Mignami per la ristrutturazione della stalla al mappale 459 RFD, sez. Prato Sornico (Ciòss), alle condizioni contenute nell'avviso cantonale 55'218.

Risoluzione no. 698
Vista la richiesta dell'Ufficio dei permessi, del 26.10.2006, e si decide di preavvisare favorevolmente il rinnovo del permesso allo Sci Club Lavizzara per l'esercizio pubblico presso la Colonia di Mogno, per il periodo dicembre 2006 - marzo 2007.

Risoluzione no. 703
In relazione alla problematica della caduta sassi dalla parete rocciosa sopra la frazione di Brontallo, si decide di scrivere una lettera alle autorità cantonali per chiedere che sia effettuato un monitoraggio periodico della situazione, in modo da poter adottare i necessari provvedimenti in caso di aumentato pericolo.

Risoluzione no. 704
Si prende atto della lettera inviata dalla direzione della Posta in data 31 ottobre 2006 relativa al progetto di ristrutturazione dell'azienda denominato "Ymago".
Si decide di segnalare all'azienda postale la preoccupazione del Municipio per questo tipo di progetti, i quali rischiano di ridurre ulteriormente il servizio alla popolazione nelle zone periferiche, già molto colpite dai precedenti processi di ristrutturazione e riorganizzazione. Si chiederanno inoltre delle garanzie sul mantenimento dell'ufficio postale di Peccia, l'unico ancora esistente nel comprensorio comunale.

stampa questo articolo