mercoledý 16 ottobre 2019

21/2009 Autorizzazione contratto permuta Comune - Mignami

MESSAGGIO MUNICIPALE NO. 21/2009
Concernente l'autorizzazione a sottoscrivere un contratto di permuta tra il Comune e la signora Bruna Mignami per lo scambio di due superfici di mq. 38 rispettivamente mq. 14. Inoltre per la costituzione di una servitù di passo pubblico e la modifica da bene amministrativo a bene patrimoniale per la superficie di mq. 38.

 

Signor Presidente,
Signori Consiglieri comunali,

con il presente messaggio il Municipio vi sottopone una permuta di terreni tra il Comune e un privato.

Introduzione

Questo Legislativo, nel mese di giugno 2008 aveva approvato un credito per la realizzazione di un nuovo centro di raccolta rifiuti per le frazioni di Prato e Sornico. La messa in funzione definitiva del nuovo sito è avvenuta prima dell'estate e questo a completa soddisfazione dell'utenza.

Restava però da risolvere il problema di trovare una luogo dove posare il container per la raccolta della carta. Dopo aver esaminato varie possibilità, il Municipio ha ritenuto che la posa esterna di un box non sarebbe stata proponibile dal punto di vista estetico. Per questo motivo ha preso contatto con la signora Bruna Mignami-Poncetta per discutere l'eventuale vendita del piccolo locale aperto che trova proprio nelle vicinanze del nuovo centro raccolta rifiuti.

Nel contempo restava sempre irrisolta la questione inerente la proprietà del terreno su cui sono posate le pompe di benzina situate nelle vicinanze del palazzo comunale: questa infrastruttura, composta di due pompe e un tank interrato per i carburanti, è infatti posizionata su terreno comunale. In occasione dell'introduzione del registro fondiario definitivo di Prato-Sornico, l'allora Municipio e il signor Fausto Poncetta avevano sottoscritto una convenzione precaria di utilizzo del suolo pubblico. Con la morte del signor Poncetta la convenzione è decaduta.

Valutazione del caso e proposta concordata tra le parti

Il Municipio ha intavolato con l'attuale proprietaria dei mappali interessati (signora Bruna Mignami) una discussione con lo scopo di trovare una soluzione unica ai due problemi e si è così giunti a fissare i seguenti punti d'accordo:

a) La signora Mignami è disposta a cedere al Comune il subalterno B della particella 850 di sua proprietà;
b) In compenso il Comune è disposto a cedere alla signora Mignami una porzione di terreno di mq. 38, corrispondente alla superficie su cui sono posizionate le pompe di benzina;
c) L'accordo prevede pure la costituzione di un passo pubblico e il mantenimento di una bucalettere pubblica;
d) È inoltre stato stabilito che per le reciproche concessioni non si farà capo a conguagli.

Naturalmente per la parte scorporata dalla particella no. 75 (di proprietà del Comune) si rende necessario modificare lo statuto di appartenenza, da bene amministrativo a bene patrimoniale.

Definizione dell'accordo

1) Sulla base dell'accordo testé citato il Municipio ha fatto allestire dal geometra un piano di mutazione che prevede in dettaglio quanto segue:
- La particella no. 850 (Mignami Bruna) cede alla particella no. 970 (Comune di Lavizzara) mq. 14
- La particella no. 75 (Comune di Lavizzara) cede alla particella no. 77 (Mignami Bruna) mq. 38.
2) La nuova particella no. 77 viene gravata da una servitù di passo pubblico e da un onere di mantenimento di una bucalettere pubblica a favore del Comune di Lavizzara.
3) Con l'iscrizione della cessione dello scorporo di terreno si chiederà la cancellazione della vecchia convenzione precaria.
4) Il presente accordo non prevede il pagamento di nessun conguaglio, ritenuto che il valore delle superfici permutate è parificato.
5) Le spese di allestimento del piano di mutazione e di trapasso della proprietà, nonché le relative spese sono a carico del Comune.

Conclusione

Sulla scorta di quanto esposto il Municipio ritiene di poter risolvere, senza nessun impegno finanziario, due questioni che sono d'interesse pubblico. In primo luogo il problema del deposito della carta per le frazioni di Prato e Sornico; in secondo luogo la problematica legata alle pompe di benzina, di proprietà privata ma situate su suolo pubblico.

Visto quanto precede l'esecutivo propone dunque al Consiglio Comunale a voler

risolvere:

1. E' approvata l'acquisizione di mq. 14 dalla particella no 850 a favore della part. 970 e la cessione di mq. 38 dalla particella no. 75 a favore della particella no. 77.

2. E' autorizzato il cambiamento di destinazione, da bene amministrativo a bene patrimoniale di mq.38, scorporati dalla part. 75.

3. E' autorizzata la costituzione di una servitù di passo pubblico e di mantenimento di una bucalettere pubblica a favore del Comune di Lavizzara ed a carico della particella no. 77.

4. Per la permuta e gli accordi stabiliti ai punti da 1 e 3 non è corrisposto nessun conguaglio per cui finanziariamente l'operazione risulta per il Comune neutra . Le relative spese sono assunte dal Comune.


Per il Municipio

Il Sindaco Michele Rotanzi

Il Segretario Bruno Giovanettina

 

Lavizzara, 5 ottobre 2009

 

 

 

Il messaggio è trasmesso alla Commissione della gestione per l'allestimento del relativo rapporto.

stampa questo articolo