giovedý 24 agosto 2017

Unihockey Vallemaggia

Attuale comitato

Heiko Ramelli (Presidente)
6614 Brissago

Claudia Mignami (Vicepresidente)
6694 Prato Sornico

Ferruccio Milani
6690 Cavergno

Lorena Garzoli
6673 Maggia

Andrea Genazzi
6673 Maggia

Madian Minoggio
6675 Cevio

Paolo Milani
6690 Cavergno

Fausto Rotanzi (contabile)
6690 Cavergno

Sabrina Minoggio (segretaria)
6614 Brissago

Allenatori + squadre stagione 2005/2006

Davide Pedrotti: Squadra maschile 2. lega
Oscar Dadò: Squadra maschile 4. lega
Oscar Dadò: Squadra femminile 1. lega
Paola Foresti / Davide Belotti / Ferruccio Milani: Juniori B
Claudia Mignami / Simona Zanini: Gruppo “doposcuola primo apprendimento”
Claudia Mignami / Simona Zanini / Davide Belotti: Juniori C

Soci Attivi + Sostenitori

Attivi Uomini: 35 ca.
Attive Donne: 15 ca.
Juniori B + C + ragazze: 50 ca.
Gruppo “Doposcuola”: 20 ca.

SOCI SOSTENITORI: 650ca.

Sponsor principali

AGOM SA - Bioggio
OFIMA SA – Locarno (settore giovanile)
Banca Raiffeisen Maggia e Valli - Maggia
Belotti moda e sport - Locarno

Sostenitori & Co-Sponsor

Ristorante / Pizzeria Bellariva - Fam. Osenda Burzi - Gordevio
Ristorante Castello - Ibba Paolo e Jutta -Cevio

Sostenitori - Squadra Attivi Uomini 2. lega

Kurt Hofer - Immobiliare Sagl (Remax Isole) - Brissago
Macelleria Vietti Pietro - Brissago
Studio d'ing. Genazzi Elio - Locarno

Sostenitori - Squadra Attive Donne 2. lega

VALLEMAGGIA PIETRA VIVA

La nascita

Alla fine dell’estate del 1993, su iniziativa di Rotanzi Fausto e Giulieri Flavio, veniva pubblicato sui quotidiani ticinesi un breve trafiletto, dove s’invitavano tutte le persone interessate nel praticare questo sport a volersi presentare, lunedì 6 settembre, presso la palestra di Cevio.
Quella sera, alla presenza di più di venti persone e quasi increduli per l’eco ottenuto, iniziò molto semplicemente ma con il massimo entusiasmo quest’avventura e questa nuova proposta per l’intera Vallemaggia.
Ci si concesse alcuni mesi di prova, per stabilire se la proposta funzioni o meno.
La disciplina piacque e con il massimo fervore si decise di convocare l’assemblea costitutiva della nuova associazione.
Il 9 maggio1994 nascque ufficialmente l’Associazione Unihockey Vallemaggia (data dell’assemblea).
Quella sera, in particolare furono approvati gli statuti della società e fu eletto ufficialmente il comitato iniziale e Fausto Rotanzi quale primo Presidente. 

Il cammino sportivo stagione dopo stagione

1993 / 94

Il primo anno viene dedicato unicamente all’apprendimento, considerando la totale novità della disciplina. Verso Natale la prima mitica amichevole, persa per 25 a 1 in quel di Losone contro la compagine della Società Podistica Locarnese (già militante a livello Svizzero).
Non si demorde e si continua a svolgere allenamenti su allenamenti, convinti che anche noi un giorno avremmo detto la nostra.
Durante questo primo anno, ed è sicuramente la cosa più importante, s’instaurano tra persone che non si conoscevano delle importanti amicizie, che ancora oggi durano nel tempo.
Lo spirito è quello giusto e quindi si continua …

1994 / 95

Il 3 settembre 94 la nostra associazione viene ufficialmente affiliata all’AUHT (Federazione Cantonale) e quindi possiamo partecipare al primo nostro campionato ticinese.
Tre vittorie, un pareggio e sei sconfitte, questo il bilancio della prima stagione, da ritenere comunque positiva sotto tutti gli aspetti.

Unihockey Vallemaggia
La prima formazione del campionato 94/95

1995 / 96

Campionato Ticinese con 6 vittorie e altrettante sconfitte, e purtroppo per un solo punto la mancata qualifica al “Final four”.
“Final four” che comunque viene organizzato, dalla nostra società, alla palestra dei Ronchini di Aurigeno il 3 marzo 96.
Per il primo anno siamo pure iscritti alla Coppa Ticino, dove si arriva allo stadio degli ottavi di finale.

1996 / 97

Considerando le molte compagini partecipanti, il campionato Ticinese viene ristrutturato.
Si gioca un campionato a 19 squadre, con le migliori otto promosse in una serie A cantonale, che verrà creata l’anno successivo.
L’Unihockey Vallemaggia al termine è quinto!
Davanti solo le “grandi” dell’unihockey cantonale, Golino; Camorino; Lugano e Locarno (squadre che già partecipano al campionato svizzero).
È il primo gran risultato, e la soddisfazione di tutti è grande.

1997 / 98

Siamo nel gruppo delle migliori squadre ticinesi, e difatti ci riconfermiamo quinti dietro, naturalmente, alle solite quattro.
La convinzione di essere pronti per il “salto” nel Campionato Svizzero è estremamente forte e quindi vengono, da parte del Comitato, intrapresi i passi necessari in vista della stagione seguente.

1998 / 99

Siamo affiliati all’Associazione Svizzera di Unihockey (ASUH).
Il campionato di quarta lega si rivela abbastanza difficile, difatti si chiude con molte sconfitte e poche vittorie. Era comunque prevedibile, considerando il cambiamento di categoria, un primo anno di apprendistato e di un certo smarrimento.
Novità assoluta della stagione si è rivelato l’interesse che questo sport ha suscitato in campo femminile. Infatti, un gruppo di donne e ragazze della valle cominciano a trovarsi il lunedì sera, per apprendere le regole e per giocare all’Unihockey.

1999 / 2000

La squadra maschile disputa un campionato molto deludente che sfocia in un penultimo posto di gruppo (4 vittorie; 1 pareggio; 11 sconfitte).
La nota lieta della stagione è, comunque, la creazione ufficiale del settore femminile dell’Unihockey Vallemaggia.
La squadra, dopo un primo anno di soli allenamenti, viene iscritta al campionato ticinese.
La volontà per la prossima stagione risulta, in ogni caso già essere, quella di partecipare al campionato nazionale.

2000 / 2001

È l’anno buono! Su tutti i fronti.
Squadra maschile al secondo rango, e quindi promossa in terza lega.
Al debutto nel Campionato Svizzero la squadra femminile ottiene un brillante terzo rango che vale, pure per loro, la promozione in seconda lega.

Unihockey Vallemaggia
Squadra femminile 2000/01

Unihockey Vallemaggia

Unihockey Vallemaggia
Squadra maschile 2000/01

2001 / 2002

Per la squadra maschile l’impegno per questa stagione è, naturalmente, quello di mantenere il proprio posto in terza divisione.
Per le ragazze l’obiettivo rimane la conferma dell’ottima stagione svolta la scorso anno.
Per il momento (fine anno) le aspettative sembrano rispettate, con gli uomini a ca. metà classifica e con le donne ottimamente insediate al terzo rango, con soli due punti di ritardo dalla vetta.

2002 / 2003

L’impegno principale dichiarato è rendere pienamente funzionale il settore giovanile, che ci permetta, a quasi dieci anni dalla nascita della nostra associazione, di poterci ritenere completi sotto ogni aspetto (sportivo, generazionale; sociale; ecc.)
Infatti i ragazzi (1987/1990) disputano il loro primo campionato svizzero nella categoria juniori B.
Parallelamente a Cevio si svolgono degli allenamenti settimanali con i ragazzi più piccoli, dando loro la possibilità di avvicinarsi al nostro sport.

Per la squadra maschile l’obbiettivo in questo campionato è di mantenere il proprio posto in terza lega campionato svizzero.
Obbiettivo raggiunto lo scorso 13 aprile, durante l’ultima giornata.
Per le ragazze ennesimo campionato al vertice del proprio gruppo del campionato svizzero di seconda lega, infatti il terzo rango finale conferma l’ottimo andamento stagionale della compagine.

2003 / 2004

Novità per questa stagione è stata la creazione di una seconda squadra maschile (iscritta al campionato svizzero di 4.a lega). Scopo di questo gruppo è quello di far maturare esperienza ai giovani (che arrivano dal settore giovanile), prima di schierarli nella squadra maggiore.
Il settore giovanile riscontra un successo insperato, infatti i ragazzi impegnati nei vari gruppi sono ca. 50. Questo entusiasmo ci induce a partecipare (con una parte di ragazzi del doposcuola) a dei tornei cantonali riservati agli Juniori D.
Sono quindi sei i gruppi o squadre della nostra Associazione: 3.a lega attivi (CH); 4.a lega Attivi (CH); 2.a lega Attive (CH); Juniori B (CH); Juniori D (TI); Gruppo doposcuola primo apprendimento).
Parallelamente all’attività puramente “d’elittè” abbiamo proposto, durante il mese di dicembre 2003, un torneo ragazzi/e e uno per adulti aperto a tutti. Questa manifestazione è stata organizzata in ricordo della nostra amica Sandra Stherenberger tragicamente scomparsa lo scorso anno sulle montagne di Bosco Gurin. Pure durante il mese di dicembre abbiamo proposto un Concerto Natalizio nella chiasa Parrocchiale di Cevio (con il sostegno di vari enti /ditte o private della Vallemaggia).

2004 / 2005

Altro passo molto importante e significativo nella nostra evoluzione societaria. Infatti per questa stagione sono state formate 2 ulteriori squadre giovanili.
Gli Juniori C sono stati iscritti al loro primo campionato svizzero di categoria, comportandosi molto egregiamente e denotando subito impegno e costanza da parte di tutti i ca. 15 ragazzi impegnati.
Parallelamente un gruppo di ca. 14 ragazze in età JuniorinenB ha svolto allenamenti e partite amivhevoli regolari. In questo caso non sono però state iscritte al campionato (unicamente per motivi di logistica dato che tutte le partite avrebbero dovuto svolgersi oltre Gottardo).
Naturalmente storica e indimenticabile la vittoria del campiona di 3.a lega da parte della nostra prima squadra di attivi. E l’anno prossimo … tutti pronti a difendere il posto in 2.a lega.

Unihockey Vallemaggia
Attivi 3. lega - campioni svizzeri gr 10 stagione 2004/05

2005 / 2006

La squadra attivi 2 lega ha mantenuto il suo posto in questa categoria, con un brillante sesto rango finale.
Bellissima impresa della squadra attive 2 lega. La vittoria in campionato nel gr 5 ha permesso alle ragazze di partecipare alle finali di promozione in 1. lega che, con la partecipazione di altre 4 vincitrici di gruppo, si sono svolte a Cevio. Dopo due giornate di partite, le nostre Girls hanno ottenuto una promozione attesa da otto anni.
Buon piazzamento per la squadra degli Juniori B con il quarto rango finale. Annata positiva anche per gli Juniori C ed il gruppo Doposcuola (per il settore giovanile) e per la compagine di 4. lega uomini.

 

stampa questo articolo